ddefalco
Questo è un forum di discussione e non un sistema di messaggistica, in particolare con me.
Ciò vuol dire che ognuno che vi partecipa contribuisce alla discussione di un argomento (topic) cercando di risolvere i problemi che si pongono, con un intervento (post) che viene messo a disposizione di tutti: va pertanto inteso come un dibattito tra tutti nel quale gli interventi (e non le persone), hanno lo stesso peso.
Certamente non è una comunicazione ‘peer to peer’ con me (per fare questo esiste il ricevimento in stanza, l’email, la chat…) né tantomeno dev’essere un’esibizione del proprio sapere o non sapere (esame).

Pertanto bandiamo frasi del tipo “Ci scusiamo per eventuali errori”, “accettiamo consigli per eventuali correzioni”, peggio ancora “domanda per il professore”, …, e pensiamo sempre al “sodo”.
Concediamo alla forma, tutt’al più qualche volta, un saluto.
Domenico de Falco.

ddefalco

ING - IND 13 : DDEFALCO's Forum
 
IndiceCalendarioFAQCercaLista UtentiGruppiRegistratiAccedi
Ultimi argomenti
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 
Rechercher Ricerca avanzata

Condividere | 
 

 Ruote Dentate

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
bernard



Numero di messaggi : 3
Corso di appartenenza : Meccanica Applicata alle Macchine
NomeCognome : bernard bianconi
Data d'iscrizione : 04.11.11

MessaggioTitolo: Ruote Dentate    Mar Nov 08, 2011 8:48 am

Salve Prof.

siamo D'Antò Bianconi e La Rocca, volevamo farvi delle domande per quanto riguarda le ruote dentate.

Quali sono le forze a cui è soggetto un generico dente della ruota quando va a contatto con il dente compagno,
quali sono le condizioni di continuità della trasmissione.

Distinti Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
ddefalco
Admin
avatar

Numero di messaggi : 171
Località : Napoli
Corso di appartenenza : Meccanica Applicata alle Macchine
NomeCognome : Domenico de Falco
Data d'iscrizione : 29.12.08

MessaggioTitolo: Re: Ruote Dentate    Mar Nov 08, 2011 4:56 pm

Naturalmente c'è tutto scritto sul libro di testo che mi auguro vivamente abbiate e sugli appunti che scaricate dal sito.
In ogni caso vi rispondo:
  1.  in un ingranaggio la forza che si scambiano due denti in presa nei rispettivi punti di contatto ad un certo istante è, in generale, scomponibile nelle due componenti:

    1.  nella direzione lungo la normale comune alle superfici dei denti nel punto di contatto (pdc)

    2.  in una delle direzioni appartenenti al piano tangente comune nel pdc.

    3. La comp 1) è dovuta all'urto (che nel caso ideale non c'è essendo i profili coniugati nel moto relativo definito dal rotolamento delle primitive) tra i denti ovvero alla componente della velocità relativa dei pdc di ogni dente nell'ist del contatto nella direzione della normale comune nel pdc.

      La comp 2) è dovuta alla componente della velocità relativa dei punti contatto nel piano tangente comune (velocità di strisciamento) e pertanto è una forza d'attrito

  2. La condizione di continuità della trasmissione consiste nel realizzare l'ingranaggio in modo tale che, durante la trasmissione del moto, una coppia di denti sia gia in presa quando un'altra coppia sta distaccandosi. Poichè l'arco d'azione è proprio l'arco di primitiva che si svolge durante il contatto tra due denti ed il passo della dentatura è definito come la distanza misurata sulla primitiva tra punti omologhi di due denti successivi di una ruota, è evidente che la continuità della trasmissione si realizzi con un arco d'azione di lunghezza maggiore del passo.


Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
 
Ruote Dentate
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» cerco ruote 29"
» ruote del force
» Consigli per lavaggio , cerchi , ruote, ecc...
» ruote da trattore
» Allineamento ruote

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
ddefalco :: CORSI :: Meccanica Applicata alle Macchine-
Andare verso: